La Regione
L‘Osterfestival Tirol si tiene annualmente soprattutto ad Hall in Tirol, Innsbruck e dintorni.

image
© Stadtmarketing

Hall in Tirol

Hall vi sorprenderà per il suo signifficativo centro storico. È una delle cittadine storiche meglio conservate in Austria e rappresenta una perfetta simbiosi con le moderne architetture come le saline, la nuova sede universitaria UMIT e il Park hotel. Il centro storico medievale rivela un passato ricco: nel Medioevo la città divenne il centro economico più importante per il Tirolo grazie all’estrazione del sale, un crocevia importante per gli scambi commerciali sul fiume Inn e non da ultimo dal XV secolo la zecca arciducale fu trasferita ad Hall in Tirol. Edifici moderni, come il Park hotel dell’architetto austriaco Lois Welzenbacher e gli edifici adiacenti degli architetti tirolesi Dieter Henke e Marta Schreieck creano un continuo armonioso tra il vecchio e il nuovo. Molti spettacoli dell’associazione musik+ vengono tenuti nella salina. All’origine deposito del sale, l’edificio (adattato dall’architetto Hanno Schlögl) venne impiegato per la prima volta negli anni Novanta come sede per eventi culturali. Imponente è la loggia con pilastri di nove metri. Un’altra sede per concerti è la chiesa parrocchiale di San Nicola, St. Nikolaus Kirche. Una caratteristica di questa chiesa costruita in stile gotico e con forti influenze barocche, è l’altare con pianta asimmetrica, dovuta all’ampliamento nel corso dei secoli. Si tengono concerti anche nella Chiesa del Salvatore, Salvatorkirche, (bene di famiglia dal 1406) e nella Basilica del Sacro Cuore, Herz-Jesu-Basilika (ex chiesa del convento). www.hall-in-tirol.at


image
© Christoph Lackner

Innsbruck

La capitale del Tirolo ha molto da offrire ai suoi visitatori: accanto agli sfarzosi edifici storici e ai diversi stili architettonici, Innsbruck offre numerose attrazioni culturali e sportive. Durante una visita alla città si potrà ammirare l’emblema della città, il tettuccio d’oro, fatto costruire dall’Imperatore Massimiliano I. All’interno dell’edificio si può visitare il museo dedicato all’imperatore che influenzò fortemente la città tanto amata. La Chiesa di Corte (Hofkirche) ospita il monumento funebre dell'imperatore Massimiliano I, circondato da statue di bronzo di grandezza superiore al naturale che raffigurano i suoi antenati, i cosiddetti „schwarzen Mandern“ (uomini neri). Le sue spoglie riposano tuttavia sotto l’altare della cappella del Castello di Wiener Neustadt. Anche il Palazzo Imperiale e l’Arco del Trionfo sono monumenti risalenti al tempo degli Asburgo. Un’altra attrazione della città è il Duomo di San Giacomo in cui si può ammirare la famosa immagine della Madonna Ausiliatrice dipinta dal grande pittore tedesco Lucas Cranach il Vecchio. Un tratto distintivo di Innsbruck è il legame tra la cultura e lo sport. Accanto ai numerosi musei, alle piccole e grandi gallerie d’arte, si trovano piccoli bar e annualmente hanno luogo eventi culturali come i concerti dell’Osterfestival Tirol nel Congress Innsbruck, sede di importanti eventi e situato davanti ai giardini imperiali. www.innsbruck.at