Ramasan, per essere un undicenne, ha molte responsabilità sulle spalle. Per la società tradizionale cecena, dopo la morte del padre egli è ormai considerato l’uomo di casa e pertanto deve prendersi cura della madre e delle due sorelle più piccole. Il suo mondo è Macondo, un insediamento di profughi nel centro della periferia industriale di Vienna. Ramasan parla tedesco molto meglio della madre, Aminat, e fa da interprete nelle questioni riguardanti la scuola e i servizi sociali. Aminat è ben disposta a farsi guidare dal giovane, tuttavia deve fare i conti con la morte del marito, la fuga dalla Cecenia e la dura vita da madre single e lavoratrice in una società straniera. Il mondo confinato di Ramasan viene sconvolto da Isa, commilitone del padre deceduto. Isa fa visita alla famiglia.

Regia & Sceneggiatura: Sudabeh Mortezai
Con Ramasan Minkailov, Aslan Elbiev, Kheda Gazieva, Askhab Umaev, Hamsat Nasuhanow. Rosa Minkailova, Iman Nasuhanowa, Champascha Sadulajev, Masud Abdiasis, Anna Resch et al.
Lingue: tedesco / ceceno

Produzione: FreibeuterFilm