La forza primordiale della natura e i miti antichi affascinano Wim Vandekeybus. In TrapTown la coreografa belga si avventura in un oscuro cosmo infinito di anime secolari e sviluppa, con balli, film, testi e musica, una nuova mitologia. Nel tentativo di emanciparsi, impresa apparentemente impossibile, i conflitti primordiali prevalgono anche su di lei. Vandekeybus ci conduce in un universo parallelo, senza tempo né spazio. Le diverse forme d’arte (architettura, musica, ballo, letteratura e film) si mischiano per dare vita a una nuova percezione. Alla realizzazione dell’opera hanno contribuito Pieter De Buysser (testo), Trixie Whitley e Phoenician Drive (musica) e il duo di architetti Gijs Van Vaerenbergh. Insieme accompagnano il pubblico in una nuova Heimat di oracoli, catarsi ed euforia.

Ultima Vez: Maria Kolegova, Tanja Marín Friðjónsdóttir, Kristina Alleyne, Sadé Alleyne, Kit King, Flavio D’Andrea, Alexandros Anastasiadis, Mufutau Yusuf
Coreografia, Regia, Film: Wim Vandekeybus

 

Premiere in Austria